Beyond Good & Evil 2 e la presunta crisi di Ubisoft

Avatar Giuseppe / Jp-X | Aprile 27, 2022 43 Views 0 Likes 4.5 On 6 Ratings

43 Views 4.5 On 6 Ratings Rate it

Erano i primi anni 2000 quando in seno ad Ubisoft, grazie ad un errore di programmazione avvenuto per caso durante lo sviluppo Rayman 2, nasceva concettualmente dalla mente di Michel Ancel Beyond Good & Evil, dove le avventure di Jade avrebbero fatto innamorare milioni di gamers nel mondo, attraverso un’opera videoludica di tutto rispetto.

Nel 2003 vide la luce su PlayStation 2, PC Windows, Game Cube e X-Box, e successivamente nel lontano 2011 ricevette una Remaster HD su PS3 e X360, da allora non si seppe più nulla, anche se tutti i fan hanno sempre sperato in un seguito della IP.

Nel 2008 Ancel parlò di pre-produzione del titolo per la prima volta, ma solo nel 2017 c’è stata la svolta, con l’annuncio ufficiale di Beyond Good & Evil 2 ma da allora non si è praticamente più saputo nulla.

Arriva così il 2020 e la brutta notizia: Michel Ancel lascia Ubisoft e l’intero sviluppo di videogiochi, per dedicarsi a passioni personali dedicate alla natura e maturate nel corso degli anni, è così che il creatore di Rayman e Beyond Good & Evil 2 ne abbandona lo sviluppo e per la prima volta si annusa l’odore di guai per i due franchise.

La motivazione dietro a questa perdita da parte di Ubisoft è sicuramente collegata anche ad un ambiente di lavoro malsano, pieno di odio e rancore dovuti a gelosia da parte di chi dentro la società sosteneva che Ancel non facesse nulla guadagnando in egual modo lo stipendio, situazione che ha portato il Designer di videogiochi sicuramente a cercare la serenità altrove.

Beyond Good & Evil 2 a rischio vaporware quindi?

Il celebre autore francese cercherà successivamente su Instagram di rassicurare che la pre-produzione del titolo è in corso regolarmente, ma si sa come vanno queste situazioni, nulla di sicuro, sono solo dichiarazioni imposte per rassicurare il mercato.

La presunta acquisizione di Ubisoft ed i problemi finanziari

Sono un paio di anni che si sostiene che la software house francese non navighi in buone acque economicamente parlando, a partire dalle difficoltà avute con la serie di Ghost Recon, fino a giungere al Franchise di Assassin’s Creed in declino, senza parlare di IP abbandonate e mal gestite come quelle di Prince of Persia e relativo Remake (le Sabbie Perdute) o Splinter Cell di cui stiamo aspettando ancora novità sul remake del primo capitolo della serie confermato ufficialmente dall’azienda.

Ovviamente nulla di sicuro, ma sembrerebbe una realtà abbastanza concreta che Ubisoft sia oggetto di interesse di acquisizione da parte di aziende, che tra l’altro, da rumors sempre da prendere per le pinse, nemmeno sarebbero del settore videoludico, ma anzi, di private equity o simili.

Sempre da soliti rumors, Beyond Good & Evil 2 starebbe bruciando un ingente capitale per via del fatto che si tratti di un progetto troppo ambizioso da realizzare.

Quindi tra Beyond Good & Evil 2 e Rayman, il rischio di non vedere il primo, o addirittura entrambi i franchise di Ubisoft ancora per svariato tempo, c’è, esiste e sembra essere sempre più concreto col passare del tempo.


43 Views 4.5 On 6 Ratings Rate it

Written by Giuseppe / Jp-X


Vai alla barra degli strumenti